No a ricerche di idrocarburi alle Isole Tremiti come in tutta la Puglia

03.02.2010 22:03

Legambiente Puglia: “Il Governo non ha ancora chiaro che la nostra ricchezza è il mare. Plauso alla Regione Puglia per il blocco alle autorizzazioni”.

“Sostengo con fermezza il parere sfavorevole espresso dalla Regione Puglia sul progetto di ricerca di idrocarburi al largo delle Tremiti. –dichiara Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia.- Il Governo non ha ancora chiaro che la nostra ricchezza è il mare e soprattutto non è concepibile pensare a pozzi e piattaforme petrolifere nei pressi di aree marine protette. Mentre oggi si parla delle Isole Tremiti, nei giorni scorsi nel mirino delle società petrolifere e del Governo c’erano Monopoli e Taranto.

Secondo Legambiente Puglia, la Regione deve continuare chiedere il blocco delle autorizzazioni, ma i Comuni e i cittadini devono mobilitarsi contro chi colonizza il loro territorio senza nemmeno una consultazione.

“Manifestare significa sensibilizzare la gente ad una battaglia giusta, -continua Tarantini- come è stato platealmente dimostrato il 23 gennaio scorso a Monopoli, dove 5000 persone, accanto a politici sensibili all’ambiente, a Legambiente e ad altre associazioni, si sono incontrate per marciare insieme contro gli scempi sul nostro territorio. Adesso, tutti i candidati alla Regione devono chiarire la loro posizione in merito alle piattaforme petrolifere come sul nucleare, sulla scia della trasparenza manifestata dall’attuale Giunta Regionale.”