Lama San Giorgio: Legambiente Gioia del Colle allestirà un punto di raccolta firme domenica 17 Gennaio in Piazza Plebiscito dalle ore 10 alle 13 e proseguirà la raccolta nei giorni seguenti in sede.

15.01.2010 00:39

Lama San Giorgio nasce da Gioia del Colle, alle pendici di Monte Sannace, e scorre verso nord attraversando i territori dei Comuni di Sammichele di Bari, Casamassima, Rutigliano, Noicattaro e Triggiano. Ospita varietà d’interesse comunitario, è un prezioso sito dalle importanti connotazioni naturalistiche, soprattutto per il fondamentale ruolo di drenaggio delle acque piovane svolto da questo paesaggio carsico murgiano. 

 

Nei primi giorni del 2010 il Comune di Sammichele di Bari dovrebbe scaricare le acque reflue del suo depuratore nella Lama San Giorgio. In seguito, si procederà con lo sversamento degli impianti di Gioia del Colle e Casamassima, di prossima realizzazione.

Il Comitato Pro Lama nasce per volontà di diverse Associazioni e comuni cittadini di Sammichele di Bari, Gioia del Colle, Casamassima, Rutigliano, Noicattaro, Triggiano, attraversati dalla Lama San Giorgio - Giotta, con lo scopo di chiedere alla Regione Puglia soluzioni alternative allo scarico di acque reflue di depurazione nella Lama stessa attraverso una petizione popolare.

Legambiente Gioia del Colle condivide le finalità della petizione popolare indetta dal comitato e si impegna ad allestire un punto di raccolta firme in Piazza Plebiscito domenica 17 Gennaio dalle ore 10 alle 13 e a proseguire la raccolta nei giorni seguenti in sede.

La situazione idrogeologica della lama va tutelata, è stato scelto un sito condizionato da numerosi inghiottitoi che condurrebbero i reflui in falda. Non risulta essere stata fatta una valutazione ambientale preliminare all’utilizzo della Lama come possibile collettore di acque reflue depurate. La lama ha svolto un importante ruolo durante le alluvioni del 2005 e del 2006 nel raccogliere le acque meteoriche e garantire la sicurezza del territorio.
Presto provvederemo anche noi, con i nostri scarichi, a danneggiare l'equilibrio ambientale di una zona che in conformità a valutazioni ambientali strategiche è stata considerata sensibile.
 

Invitiamo tutti i cittadini a dare il proprio contributo diffondendo l’iniziativa e a sostenere la petizione firmandola.

Si ricorda che occorre un documento di riconoscimento per rendere valida la propria firma.

PETIZIONE POPOLARE

Al presidente della Regione Puglia

Sig. Presidente,
nel mese di gennaio 2010 il comune di Sammichele dovrebbe scaricare le acque reflue del suo depuratore nella Lama San Giorgio. A questo evento farà seguito lo sversamento degli impianti di Gioia del Colle e Casamassima di prossima realizzazione.

PREMESSO

• Che nel febbraio 2003 è stato redatto uno studio a cura della Provincia di Bari - Assessorato all’Ecologia, all’Ambiente e alla Protezione Civile che riguarda essenzialmente gli indirizzi e gli obiettivi volti a tutelare l’integrità fisica e l’identità culturale del territorio, e a valorizzare le risorse ambientali e le economie locali;
• Che in data 15 aprile 2003 si è tenuta una preconferenza per l’istituzione della riserva naturale fra i Comuni di Gioia del Colle, Sammichele di Bari, Rutigliano, Noicattaro, Triggiano;
• Che nel giugno 2007 la Regione Puglia ha redatto un documento d’indirizzo per l’istituzione delle aree naturali protette: Parco Regionale Lame S. Giorgio e Giotta, sottoscritto in data 20.09.2007, in una conferenza di servizio, dai rappresentanti delle Amministrazioni comunali di Bari, Rutigliano, Casamassima e Triggiano; dal Corpo Forestale dello Stato; Italia Nostra; Coldiretti; Confapi; C.N.L.M.;
• Che il 30 novembre 2009 è stata depositata in V Commissione Ambiente la proposta di Disegno di Legge per l’istituzione del Parco Naturale regionale “Lama San Giorgio – Giotta”;
• Che nella lama San Giorgio vi è la presenza di varietà di interesse comunitario, come la Stipa Austroitalica Martinovsky, la cui salvaguardia richiede la designazione di zone speciali di conservazione come definito dalla Direttava Europea 97/67/CE;
• Che la lama San Giorgio fa parte dell’habitat ristretto della Quercus Trojana, Quercus Coccifera, Anacamptis Piramidalis, Ophirys Garganica, Ophiris Lutea, Serapias Lingua ecc;
• Che lungo il corso della lama vi sono una serie di inghiottitoi (scarichi naturali delle precipitazioni meteoriche) pertanto gli scarichi in lama verranno assorbiti nel sottosuolo attraverso questi inghiottitoi creando una connessione diretta fra i reflui e l’acquifero sottostante. Tale situazione risulta, dal punto di vista della tutela delle falde, peggiorativa e non conforme alla normativa;
• Che gli inghiottitoi presenti andrebbero chiusi per evitare di scaricare i reflui direttamente in falda, ma compromettendo così la sicurezza idrogeologica del territorio per i problemi legati alla portata delle acque meteoriche;
• Che nelle alluvioni del 2005 e del 2006 la lama, come bacino naturale di raccolta di acque meteoriche ha evitato, ai Comuni che l’attraversano, inondazioni e conseguenze ancora più gravi;
• Che non sarebbe assicurato, senza alterazione dell’alveo naturale della lama, lo scorrimento delle acque di scarico a causa dei profili irregolari del terreno, producendo, invece, aree stagnanti;
• Che non risulta essere stata fatta una valutazione ambientale preliminare all’utilizzo della lama come possibile collettore di acque reflue depurate;
• Che le proprietà private nei pressi della lama subiranno gravi pregiudizi di carattere igienico-sanitario a causa dell’aumento di umidità del terreno con conseguente incremento della fauna parassitaria.
Inoltre i terreni interessati sarebbero spezzati in due parti dalla fascia prevista per il deflusso delle acque con relativo deprezzamento degli stesi.
Poiché detta questione interessa tutti i Comuni prospicienti la Lama, i firmatari invitano a riconsiderare il caso alla luce delle premesse di cui sopra e pertanto

CHIEDONO

che si ricerchino soluzioni alternative che sicuramente eviterebbero danni alla lama e al territorio circostante.

 

 Legambiente Gioia del Colle, via Pantera n°18, 70023, Gioia del Colle (Ba) - www.gioialegambiente.webnode.it - gioiadelcolleperlegambiente@gmail.com