Vivi con stile.. fuori casa

Viviamo nel rispetto dell'ambiente che ci circonda, rispettiamo i luoghi di cui siamo ospiti anche per un breve periodo; la natura è la nostra primaria abitazione, dobbiamo tutelarla, curarla e rispettarla, quindi comportiamoci come se fossimo tra le mura di casa!

Manteniamo pulito e vivibile ogni ambiente di vita, invitiamo anche gli altri a farlo.

Cosa fare per organizzare viaggi di vacanza responsabili 
  • Evitare, se possibile, i viaggi aerei e scegliere mezzi di trasporto locali: è un modo per conoscere il paese che si visita. Costo: spesso decisamente inferiore.
  • Non andare a sciare quando non c'è neve naturale. Puro risparmio.
  • Cercare in Internet strutture di accoglienza piccole, gestite da personale locale, meglio se agriturismi o aderenti a reti di eco-alberghi. Normalmente si spende meno.
  • Informarsi sui cibi e sui prodotti locali, per essere preparati a scegliere le occasioni migliori una volta arrivati a destinazione. Sempre interessante.
  • Viaggiare, se possibile, fuori stagione. Costo: sempre inferiore.

  • Consultare l'elenco delle strutture alberghiere aderenti alle reti dei label turistico ecologico. Costo equivalente, ma garanzie ambientali assicurate. 

  • In mancanza di strutture certificate, informarsi sempre prima sulle caratteristiche del servizio alberghiero e sul tipo di alimentazione. Nessun costo.
  • Visita: http://www.legambienteturismo.it/

 

Cosa fare per migliorare l'ambiente lavorativo

  • Effettuare un’indagine preliminare di tutta l’area di lavoro e raccogliere i pareri dei lavoratori per rilevare eventuali problemi o necessità connesse all’ambiente di lavoro.Costo indicativo: qualche migliaio di euro per una consulenza esterna.
  • Assicurarsi che vi sia il ricambio sufficiente di aria (quando è possibile, aprire le finestre) e qualora vi sia un impianto di ventilazione consultare un tecnico per verificare la conformità. Costo: 200 euro per un sopralluogo del tecnico.
  • Adeguare la temperatura nei locali di lavoro, tenendo conto dei metodi di lavoro applicati e degli sforzi fisici imposti ai lavoratori. Applicare valvole termostatiche nei locali o sui caloriferi che necessitano di regolazione e regolare la valvola termostatica. Costo indicativo: 60-80 euro a calorifero.
  • Creare un ambiente di lavoro confortevole, con piante e oggetti che consentano di migliorare il benessere soprattutto psichico di chi vi trascorre molte ore. Costo indicativo: da poche decine di euro ad alcune centinaia, a seconda dei gusti.
  • Dotarsi di scrivania e sedia ergonomici per mantenere una postura corretta e di un videoterminale che risponda alle esigenze di vista del lavoratore. Costo indicativo: 400-600 euro.
  • Eseguire giornalmente esercizi per distendere le zone cervicali, dorsali e lombari. Riattivare la circolazione e riposare la vista. Costo indicativo: nullo.
Evitare gli sprechi ed educare i propri colleghi per evitarli:
  • Verificare l’effettivo spegnimento di computer, fotocopiatrici, televisori nel momento in cui non vengono utilizzati. Nessun costo.

  • Ridurre i consumi: stampare e fotocopiare solo quando necessario e sempre su ambo i lati, ottimizzare lo spazio della pagina per sprecare meno fogli, trasmettere testi e documenti attraverso e-mail. Tutto guadagno, per il portafoglio e per l'ambiente.

  • Acquistare carta riciclata certificata (Ecolabel, Blauer Engel, Nordic Swan). Meno costi, meno consumi, minore inquinamento.

  • In caso di esigenze speciali (ad es. usi grafici), stampare su carta nuova con marchio FSC. Non si spende di più, l’ambiente ringrazia. 

  • Organizzare la raccolta differenziata in ufficio. Nessun costo, solo vantaggi.

  • Sostituire le comuni lampade fluorescenti T8 con lampade ad alta efficienza energetica. Costo indicativo: 6 euro circa (tubo da 32W) contro 2 euro di un tubo fluorescente standard (IVA esclusa); 
  • Sostituire l'impianto (lampada+reattore+apparecchio) con uno a tecnologia T5. Costo indicativo: 160 euro circa (IVA esclusa); 
  • Adottare un sistema di controllo dell'illuminazione. Costo indicativo: per un sensore di luminosità da 50 a 150 euro (IVA esclusa) a seconda del tipo di installazione (parete, barra o binario) e dal range di regolazione (fino a 200/1000/2000/20000 lux); da 30 a 70 euro per un sensore di presenza.

 

Usare la bicicletta o i mezzi pubblici se possibile, ideali per gli spostamenti urbani. Inoltre vuoi un'auto efficiente?

  • Non comprare un'auto nuova che produca più di 120 grammi di CO2 al Km, possibilmente fare una scelta già in linea con gli obiettivi al 2020 della Commissione Europea: 95 grammi di CO2 per chilometro.
  • Acquistare un'auto nuova a metano: pochi vantaggi per i consumi di energia, ma notevole per l'inquinamento e per il portafoglio. Costo indicativo: 2.000 euro in più dell'analogo modello a benzina.
  • In caso di acquisto di auto diesel, scegliere un modello con filtro anti-particolato “chiuso”.
  • Valutare l'opzione delle auto ibride (benzina + elettriche). Sono fantastiche sia per i bassi consumi che per il basso inquinamento. Ma non c'è verso di spendere meno di 20.000 euro.

Inoltre è importante la manutenzione:
  • Sottoporre a regolare manutenzione la propria automobile: rispettando le indicazioni del libretto e gli obblighi normativi. 
  • Controllare regolarmente pneumatici e olio. Conviene sempre controllare una volta in più. 
  • Fare attenzione ai rifiuti prodotti dalla propria automobile. Nessun costo, ma solo vantaggi per l'ambiente e il portafoglio (si evitano multe salate).

 

Agevolazioni e contributi per il servizio di trasporto urbano, scegli i mezzi pubblici!

  • detrazione IRPEF del 19% dell’imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, per le spese sostenute nell’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale ed interregionale, per un importo non superiore a 250 euro (con un risparmio d’imposta fino a 47,50 euro).

 

Saper acquistare nel rispetto dell'ambiente: EcoTopTen

 

LE AUTO, LE TV, I CONDIZIONATORI E LE LAVATRICI CON L'ANIMA PIU' VERDE

Districarsi in un mercato dove la concorrenza tra prodotti diversi è spesso basata solo sul prezzo può essere impresa non da poco. EcoTopTen di Legambiente è pensata per offrire al consumatore uno strumento valido di informazione per scelte d'acquisto più consapevoli e più rispettose dell'ambiente.

 

Ecotopten Auto Ecotopten TV

Ecotopten CondizionatoriEcotopten Lavatrici

Legambiente si è messa a fare la bacchettona e ora rompe le scatole a tutti proponendo un “suo” stile di vita? No, per niente. Anche perché, a ben guardare, gli “stili di vita” sono già oggi tanti e in futuro saranno ancora di più.
Anzi, ci occupiamo degli stili di vita proprio perché non ci è data abbastanza libertà di scelta, non ci sono fornite abbastanza informazioni per decidere, non sono disponibili facilmente beni di consumo e servizi adeguati per vivere in case più accoglienti, uffici e luoghi di lavoro più sani, strade più sicure, ambienti naturali meno inquinati. L'acqua, l'aria e il clima sulla terra, il suolo, la natura, non sono più abbondanti, puliti, disponibili, scontati. 

Visita per maggiori informazioni: 

http://www.viviconstile.org/index.php